LA  VITA È  MOVIMENTO FLUIDO  AD OGNI LIVELLO

Anukalana yoga, lo Yoga Integrato

Anukalana in sanscrito significa INTEGRAZIONE.

Lo Yoga Integrale e Integrato di Anukalana Yoga è il risultato di un lungo lavoro di ricerca anatomica e di  integrazione di discipline diverse, iniziato verso la fine degli anni ’90 dal suo ideatore Jacopo Ceccarelli Yogendra, con lo scopo di trovare il modo più naturale e completo di praticare Yoga.

Esistono principalmente due diversi approcci alla pratica Yoga: la pratica dinamica (basata sui Vinyasa) e la pratica statica (Hatha).

Anukalana abbraccia entrambe queste modalità: quella dinamica dove il movimento coordinato al respiro produce la maggior parte dei benefici e quella statica, introspettiva, dove il mantenimento delle posizioni permette di curare gli allineamenti e le aperture con maggiore precisione sviluppando grande consapevolezza. Anukalana distingue la pratica dinamica da quella introspettiva riferendosi ai principi fondamentali del Tantra: Shiva (introspettivo) e Shakti (dinamico).

Durante le sequenze dolci il mantenimento dell’asana e l’interiorizzazione sono il focus principale mentre in quelle dinamiche il movimento è lo strumento attraverso il quale si stimolano le funzioni vitali e il risveglio della nostra istintività perduta (come animali la nostra naturale tendenza è muoverci).

La pratica di Anukalana Yoga è strutturata in modo da seguire i cicli della Natura e quelli fisiologici dell’individuo: in alcune fasi della vita si sente il bisogno di praticare Yoga in modo dinamico ed energico per scaricarsi e dinamizzarsi mentre in altre si sente la necessità di una pratica che favorisce l’interiorizzazione attraverso asana eseguite lentamente e dolcemente. Entrambe le pratiche aiutano a facilitare il fluire del Prᾱhna nel corpo attraverso gli allineamenti, che rispettano la costituzione dell’individuo, e attraverso alcune tecniche respiratorie sviluppate nell’approccio Anukalana: la respirazione Articolare e quella Organismica.

Le sequenze di asana associate alla Respirazione Organismica, permettono di aprire i canali energetici e ottenere il massimo dalle asana risvegliando e armonizzando l’energia vitale. Asana e Pranayama servono a preparare il praticante alla Meditazione profonda.

“Lo Yoga non è un antico mito sepolto nell’oblio. E’ l’eredità più preziosa del presente.
E’ il bisogno essenziale dell’oggi e la cultura del domani.”

-Swami Satyananda Saraswati-

I principi su cui si basa Anukalana Yoga sono fondamentalmente tre:

PRATICA CON NOI

Yoga con Kate

Scopri